World Cup: gli azzurri del compound d'argento

24/06/2017

Tipo: Nazionali Disciplina: Targa


Nella terza tappa di Salt Lake City Pagni, Pagnoni e Simonelli superati di un punto dalla Corea del Sud nella finale compound. 4° il mixed team Franchini-Pagnoni. Tre qualificati per Roma


L'ITALIA DEL COMPOUND MASCHILE D'ARGENTO - Un solo punto divide gli azzurri dalla medaglia d'oro nella finale dell'arco compound a squadre. Federico Pagnoni, Sergio Pagni e Alberto Simonelli perdono 230-229 contro la Corea del Sud di Choi, Hong e Kim. La partita viaggia in equilibrio per le prime sei frecce che terminano 56-56. Gli asiatici trovano l'allungo nella seconda volée piazzando cinque 10 e un solo 9. Gli azzurri chiudono sul 57 e si ritrovano due punti sotto. Un distacco che viene dimezzato con il 58-57 dell'Italia nella terza ripresa del match. La Nazionale azzurra è quasi a contatto e dopo i primi tre tiri dell'ultima tornata riporta il punteggio in parità, la Corea del Sud però reagisce e nelle ultime tre frecce incoccia sempre il centro del bersaglio mentre un tiro azzurro finisce sul 9. Basta questo a Choi, Hong e Kim per vincere, ma l'argento di Pagni, Pagnoni e Simonelli è davvero brillante.

ITALIA QUARTA NEL MIXED TEAM Irene Franchini e Federico Pagnoni si devono accontentare del quarto posto nel mixed tema compound. Gli azzurri lottano ma alla fine devono cedere 154-152 contro la Corea del Sud (Kim-So) nella finale per il bronzo. Il primo set finisce 38-38, poi lItalia alluna 38-37. Decisivo per il risultato finale è il terzo parziale con la Corea che piazza solo 10 e gli azzurri che si fermano a 37. Con due punti di vantaggio gli asiatici controllano nelle ultime quattro frecce (39-39) e si portano a casa il bronzo.

I PRIMI VERDETTI DELLA COPPA DEL MONDO: 3 QUALIFICATI PER LA FINALE DI ROMA DEL 2-3 SETTEMBRE
Al termine delle finali compound nella terza tappa di Coppa del Mondo a Salt Lake City (Usa) arrivano i primi responsi per le qualificazioni alla finale di Roma del 2-3 settembre. Nel maschile il giovane campione del mondo danese Stephan Hansen è argento nella finale vinta allo spareggio da "Mr. Perfect" Mike Schloesser (147-147; 10-10*), ma si porta a casa, dopo l'oro di Shanghai da 25 punti e il 17° posto ad Antalya che era valso 1 punto, altri 21 punti che lo portano a quota 47 e lo qualificano automaticamente all'atto conclusivo della World Cup dello Stadio dei Marmi "Pietro Mennea". Nel compound femminile sono invece due i verdetti definitivi che premiano in primis la danese Sarah Sonnichsen: anche per lei argento negli Usa e 21 punti (superata in finale dalla spagnola Andrea Marcos 145-143), che si aggiungono all'argento della prima tappa di Shanghai (21 punti) e all'oro conquistato ad Antalya (25 punti). Ai 67 punti della Sonnichsen risponde con 61 punti e la qualificazione per la finale di Roma la colombiana Sara Lopez: la fuoriclasse sudamericana ha vinto il bronzo a Salt Lake City contro la sudcoreana Song 146-145 guadagnando 18 punti, che si aggiungono al bronzo vinto ad Antalya (18 pt) e all'oro conquistato a Shanghai (25 pt). Al termine delle finali di oggi dedicate all'arco olimpico potrebbero esserci nuovi verdetti definitivi per la finale del 2-3 settembre allo Stadio dei Marmi. Dal 4 al 13 agosto a Berlino si disputerà la 4^ tappa dove conosceremo ufficialmente i 32 arcieri qualificati e il mixed team del ricurvo e del compound che sfideranno nella Capitale i duetti dell'Italia. 



Collegamenti relativi alla notizia



Torna indietro