Inaugurata la nuova struttura degli Arcieri Città di Terni 

09/11/2019


Di fronte a numerose autorità e alla Nazionale Giovanile Para-Archery è stato inaugurato ufficialmente l'impianto ristrutturato degli Arcieri Città di Terni con palestra al chiuso riscaldata e campo all'aperto


Una spazio al chiuso di oltre 500 mq riscaldato, moderno e funzionale con tanto di schermi sulla linea di tiro che inquadrano i bersagli, un impianto per la video analisi e zona fitness con attrezzature da palestra, il tutto attiguo al campo all'aperto per un'area complessiva di 4500 mq, interamente accessibile tanto che a inaugurarla per gli allenamenti sono stati gli azzurrini della Nazionale Giovanile Para-Archery. 
Oggi è stato il grande giorno dell'inaugurazione ufficiale della rinnovata struttura degli Arcieri Città di Terni in via del Centenario, fortemente voluta dal Consigliere Federale Stefano Tombesi e dal presidente del sodalizio ternano Mauro Sbaraglia. Gremita la palestra e di grande rilievo il parterre delle autorità che hanno preso la parola: il sindaco di Terni Leonardo Latini, l'assessore allo sport del Comune Elena Proietti e della scuola Valeria Alessandrini, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il presidente del CONI Umbria Domenico Ignozza e il vicepresidente Moreno Rosati, l'ex Segretario Generale CONI Roberto Fabbricini, il Presidente CIp Umbria Gianni Luca Tassi e naturalmente le autorità federali.
A chiudere l'ordine degli interventi il Presidente Mario Scarzella, arrivato a Terni con il Segretario Generale Marcello Tolu, il Vicepresidente Paolo Poddighe, i consiglieri federali Stefano Osele, Luciano Spera e Maurizio Belli, oltre ai presidenti dei comitati regionali: Franco Sensi dell'Umbria, Vittorio Polidori del Lazio, Nicola Taddei della Basilicata, Marco Capelli della Lombardia e Marisa Fabietti delle Marche.
In prima fila anche il rappresentante della Fondazione Carit Massimo Valigi, il sindaco di Stroncone, don Edmund Kaminsi che ha benedetto la struttura prima del taglio del nastro e don Luca che avrà la possibilità di utilizzare questi spazi per aiutare ragazzi disagiati. Sì, perché la struttura verrà messa a disposizione dei tesserati degli Arcieri Città di Terni così come per la cittadinanza ternana. Ma l'obiettivo è che il campo e la palestra del sodalizio ternano potrà essere utilizzato anche come centro federale, per i raduni della Nazionale e non solo. Per questo l'inaugurazione è combaciata con la presenza del C.T. della Nazionale Paralimpica Willy Fuchsova, del coach Ezio Luvisetto presenti insieme alla Nazionale Giovanile Para-Archery e del tecnico azzurro Ilario Di Buò. 

______

LE DICHIARAZIONI E ALTRE INFORMAZIONI

A fare gli onori di casa il presidente degli Arcieri Città di Terni Mauro Sbaraglia“E’ una giornata storica, quando sono entrato in società nel 2005 eravamo costretti a tirare in un terreno incolto. Piano piano, prima abbiamo preso questo lotto di terra di proprietà del Comune poi, con l’arrivo di Tombesi, abbiamo iniziato a migliorare le nostra struttura realizzando prima il campo di tiro e poi quello che era nelle nostre intenzioni, ovvero questa strettura. Non siamo uno sport importante e ricco ma nonostante tutto questo siamo riusciti a creare la nostra casa”.

Circa 4500 mq di superficie per praticare il tiro con l’arco sia al chiuso che all’aperto, una spesa complessiva che supera i 200.000,00 euro e una lunga serie di lavori realizzati che rendono la struttura all’avanguardia anche a livello internazionale. Tra questi spiccano i monitor sulla linea di tiro e l’impianto di video analisi che consentirà ai tecnici di poter correggere gli atleti nell’esecuzione del gesto tecnico.


A rendere subito “attivo” l’impianto la presenza in questo fine settimana della Nazionale Italiana Giovanile Para-Archery. “Non è un caso se i nostri ragazzi sono a Terni in questi giorni – afferma Mario Scarzella, presidente Fitarco – il gruppo giovanile è nato lo scorso anno mentre questo impianto rinnovato apre i battenti proprio oggi. Come Federazione abbiamo voluto certificare l’importanza di questa giornata con la presenza della Nazionale giovanile. Questo impianto, che è tanto bello, sarà sicuramente utile per sviluppare l’arcieria ternana, umbra e italiana”.

“Quello che gli Arcieri Città di Terni hanno creato è importante per la comunità locale, per il mondo paralimpico e per l’intero movimento arcieristico italiano perché quando si dedicano impianti come questo ad una attività integrata e inclusiva cresce il paese, la città e lo sport. Siamo a trequarti d’ora da Roma – afferma di Luca Pancalli, presidente Comitato Italiano Paralimpico –, siamo in una zona che spesso è generosa anche nell’organizzazione di eventi sportivi come i mondiali di scherma paralimpica dello scorso anno, secondo me questa struttura rappresenterà un’opportunità importante per il mondo del Para-Archery e per questo va sfruttata al meglio delle sue potenzialità”.

“Realtà come questa fanno bene al movimento sportivo cittadino e più in generale a tutta la nostra comunità – Leonardo Latini, sindaco di Terni – gli Arcieri Città di Terni sono un’eccellenza e lo hanno ribadito realizzando questa magnifica struttura che apre le sue porte anche alle persone con disabilità”.

Tra i protagonisti, dall’ideazione alla realizzazione, di questa nuovo traguardo tagliato dagli Arcieri Città di Terni Stefano Tombesi, consigliere Federale e vice presidente della società ternana cui non è mancato il sostegno irrinunciabile di tutti i soci della società.
Tombesi, che non ha mancato di ringraziare chi ha sostenuto l’opera a diverso titolo, dalla Fondazione Carit al Comune di Terni passando per la Regione Umbria, ha sottolineato come: “la struttura è una delle più importanti d’Italia, significativa anche a livello internazionale. Abbiamo studiato l’impianto per consentire alle persone che hanno disabilità di potervi accedere senza alcun problema. Oggi è la nostra festa, la festa di tutte quelle persone che anche a titolo gratuito ci hanno aiutato in questo lungo anno di lavori e che da sempre con il loro impegno consentono alla società di andare avanti e centrare nuovi traguardi sempre più ambizioni. Oggi festeggiamo la nostra nuova casa, ma già stiamo pensando al prossimo obiettivo, il Mondiale di tiro con l’arco 3D che torneremo ad organizzare nel 2021”.

Costo dell’intervento
Ad oggi l’ammontare della spesa supera i 200.000,00 euro. In cantiere ci sono ulteriori lavori per rendere altamente specializzato il centro fornendolo di attrezzature tecniche specifiche di livello. Gli Arcieri Città di Terni hanno stanziato circa il 50% dell’ammontare compreso un mutuo richiesto e concesso dal Credito Sportivo per un importo di 60.000,00 euro.

Dimensione dell’area
La superficie su cui si sviluppa la struttura indoor e outdoor è di circa 4500 mq.

Lavori realizzati
- fornitura e posa di una struttura in carpenteria metallica con teli e pannelli da adibire al tiro con l’arco indoor;
- realizzazione di una base in cemento armato (regolarmente certificato dagli organi competenti);
- fornitura e posa di impianti d’illuminazione e fonico idonei all’uso;
- spostamento di un container attualmente adibito a servizi igienici e foresteria;
- ampliamento di una struttura esistente, oggi adibita a sala riunioni e magazzino, con la realizzazione di nuovi servizi igienici di cui uno adibito a persone con disabilità;
- posizionamento di un nuovo manufatto ad uso pertinenziale;
- realizzazione di una tettoia di collegamento tra la tensostruttura e il manufatto spogliatoi e servizi;
- spostamento della pensilina ombreggiante e la linea di tiro installazione di un impianto di video analisi installazione di monitor sulla linea di tiro, caratteristica che rende l’impianto unico nel suo genere a livello europeo.

L’impianto sportivo è stato realizzato ed attrezzato in modo da consentirne l’uso da parte dei portatori di disabilità per quanto attiene gli spazi destinati al pubblico, quelli relativi all’attività sportiva, i servizi di supporto e quelli ausiliari e complementari. Tale fruibilità è stata ottenuta evitando soluzioni che comportino la realizzazione di attrezzature ad uso specifico.Per poter mettere in sicurezza il campo da tiro i parcheggi esistenti, nonché i nuovi sono stati spostati all’esterno dell’area concessa in uso, così come da parere favorevole rilasciato dall’Ufficio protezione Civile.

Strumenti acquistati
Oltre alle attrezzature principali quale la tensostruttura e manufatti, gli Arcieri Città di Terni hanno provveduto a realizzare una zona fitness all’interno della parte indoor a supporto degli atleti disabili e normodotati.

Durata lavori
I lavori sono iniziati circa un anno fa. Ditta capofila del progetto di ampliamento l’Edilizia 94 srl di Stefano Tombesi, al suo fianco altre realtà specializzate del territorio quali per esempio la FM Elettric di Francesco Sbaraglia e la Italservizi. Per le opere di sistemazione esterna gli Arcieri Città di Terni si sono avvalsi della ditta Murasecco di Spoleto, mentre le ditte Galletti Marco e Paloni serramenti hanno fornito la maggior parte delle opere di finitura. Un grande apporto viene dato giornalmente dai responsabili del campo Aldo Scaramuzza e Maurizio Deciantis oltre ai soci e i volontari che hanno prestato la loro opera sin dal primo giorno dell’inizio dei lavori.



Collegamenti relativi alla notizia

Torna indietro